70° anniversario del GASP - ginnasiosema

Vai ai contenuti

Menu principale:

70° anniversario del GASP

Presentazione

Il Ginnasio Antonio Sema di Pirano celebra quest’anno i 70 anni della fondazione. Alla fine della seconda guerra mondiale si realizzò il desiderio della popolazione di istituire a Pirano una scuola superiore.
Nell’agosto del 1945 ad un’assemblea popolare si decise di fondare a Pirano il Liceo Scientifico che aprì i battenti nell’anno scolastico 1945/1946. La prima sede del Ginnasio e Liceo Scientifico di Pirano fu il palazzo comunale. Gli inizi del ginnasio furono difficili, mancavano gli spazi adeguati, i libri di testo, i mezzi didattici. Il primo preside del ginnasio fu Paolo Sema, figlio del maestro Antonio Sema (1888-1945), insegnante e attivista politico che visse e lavorò a Pirano. A causa delle sue idee socialiste fu perseguitato e gli fu impedito di esercitare la professione. Per mantenere la famiglia continuò a dare lezioni private a domicilio. Fu un insegnante severo che pretendeva dagli allievi disciplina e molto impegno, istruì un gran numero di ragazzi che poterono così superare gli esami e anche continuare gli studi. La sua scuola era fondata sul dialogo tra insegnante ed allievo e sullo sviluppo del pensiero critico dei ragazzi. Queste idee vennero riprese e concretizzate nel ginnasio, il preside e i docenti cercarono di dare agli allievi la miglior preparazione possibile con i mezzi di cui si disponeva. Nel 1948 il ginnasio si trasferì nel palazzo Bartole- Fonda, dove si trova oggi la scuola elementare "Vincenzo e Diego de Castro", migliorando così le condizioni di lavoro.
L’esodo della popolazione italiana da Pirano, avvenuto in diverse ondate fino alla metà degli anni Cinquanta, influì significativamente sulle condizioni di lavoro del ginnasio. Partirono molti insegnanti e una gran parte degli allievi. La scuola si svuotò e si faceva difficoltà a trovare docenti qualificati con una conoscenza adeguata dell’italiano. La crisi più profonda si ebbe negli anni Sessanta. Nell’anno scolastico 1963/64 il numero degli allievi si ridusse al minimo e si rischiò la chiusura o il trasferimento. Grazie all’impegno congiunto di alcuni connazionali e di personalità politiche il ginnasio rimase a Pirano e nei primi anni Settanta si ripopolò. Gli anni Ottanta furono caratterizzati dell’introduzione dell’istruzione indirizzata. Il ginnasio mantenne l’indirizzo matematico-scientifico e le iscrizioni aumentarono sostanzialmente, tanto che si dovettero introdurre gli esami di ammissione. La sede diventò troppo angusta e si iniziò a cercare una soluzione. Si decise di costruire una nuova sede a Portorose che venne inaugurata il 10 giugno 1992. Il ginnasio operava finalmente in un edificio moderno, dotato di spazi e laboratori all’avanguardia, di una palestra e di un campo sportivo. Le condizioni di lavoro diventarono ottimali e incisero anche sulla qualità del lavoro pedagogico. La scuola si aprì alle collaborazioni internazionali quando queste erano ancora una novità. Dal settembre 1992 la Scuola media scientifico-matematica con lingua d’insegnamento
italiana venne rinominata in Ginnasio Antonio Sema Pirano.
Nel nuovo millennio il Ginnasio Antonio Sema dispone di una sede adeguata, di un corpo docenti qualificato e stabile e registra anche una stabilità nelle iscrizioni. Il programma che svolge è quello del ginnasio generale. Il nostro ginnasio prepara gli allievi a conseguire le conoscenze, le competenze e le abilità necessarie a superare con successo l’esame di maturità e a intraprendere gli studi universitari. La realizzazione delle strategie educative tiene conto della singolarità e delle potenzialità di ogni allievo nel suo percorso individuale. La scuola trasmette agli allievi una vasta cultura generale con particolare attenzione verso la lingua e la cultura italiana, li educa alla convivenza, al rispetto reciproco, alla responsabilità ed alla solidarietà. Condividiamo così le idee e lo spirito di Antonio Sema i cui insegnamenti sono stati per i suoi allievi un’importante lezione di vita.

Aleksandra Rogi
ć

 
Torna ai contenuti | Torna al menu